“Una città per tutti”
In collaborazione con l’Istituto d’Istruzione “Marie Curie” di Pergine Valsugana si è svolto il progetto “Una città per tutti” finanziato dal Piano Giovani del Comune di Pergine Valsugana.
Gli studenti della classe 5 dell’indirizzo CAT (Costruzione Ambiente e Territorio) seguiti e supportati dal docente Massimo Guarneri e Andrea Facchinelli, Presidente AsTrID OdV, hanno sviluppato questa proposta progettuale i cui obiettivi sono stati quelli di sensibilizzare gli studenti sulla problematica riguardante le barriere architettoniche che quotidianamente le persone disabili incontrano all’interno del contesto urbano (spazi pubblici: parcheggi, marciapiedi ecc ed esercizi commerciali: bar, ristoranti ecc.).
Il progetto è nato con l’idea di “affiancare” le strutture pubbliche e gli Enti affinché la viabilità e l’accessibilità (marciapiedi, parcheggi, passaggi pedonali, accesso edifici) siano adeguati in funzione delle persone in carrozzina e/o con problemi di deambulazione.
Tale progetto si è prestato bene ad accrescere le competenze disciplinari e digitali degli studenti (secondo quanto previsto dal curriculo scolastico), ma anche a rafforzare le loro competenze di cittadinanza attraverso la maturazione di una maggiore consapevolezza sul piano etico.
SI è articolato in una serie di attività che hanno visto gli studenti impegnati, dopo una prima fase di conoscenza della normativa di riferimento, in una uscita sulle strade di Pergine Valsugana, utilizzando delle carrozzine e assumendo per qualche ora la figura di disabile, girando ad affrontare le insidie di un ambiente urbano su sedia a rotelle.
La fase successiva è stata quella di rilevare lo stato attuale dei luoghi attraversati, utilizzando un livello e la corda metrica hanno rilevato una serie di dati poi riportati nella scheda precedentemente predisposta oltre a scattare una serie di foto dei punti presi in riferimento.
E’ stato rilevato il percorso che da Piazza Gavazzi, passando davanti al nostro istituto, raggiunge il parcheggio dell’Ospedale “Villa Rosa”.
Utilizzando i dati rilevati e le foto, si procedeva alla restituzione grafica dello stato di fatto e alla proposta di progettazione dei percorsi secondo la normativa vigente.
Tramite il programma grafico, Autocad, si sono realizzate le tavole grafiche e le relazioni da proporre agli enti pubblici, quindi si è utilizzato un caso reale per acquisire quelle competenze richieste dal percorso di studi, (le materie di indirizzo interessate sono state Topografia e Progettazione), oltre a poter spendere le esperienze acquisite nella futura professione.

Skarrozzata_004.jpg

Skarrozzata

Mappatura_007.jpg

Mappatura

Mappatura_021.jpg

Mappatura

Elaborazione_dati_027.jpg

Elaborazione dati

Una_città_per_tutti_009